IVANA VOLPE

Un sasso non è mai solo una pietra / A pebble is never just a stone, 2018

gesso, cera, oli essenziali di lavanda, menta, bergamotto e limone, tappeto in feltro rosso

Artista visiva poliedrica, Ivana Volpe approfondisce nelle sue opere tematiche quali l'effimero e la dissoluzione; attraverso oggetti di natura organica e manufatti feticcio indaga l'instabilità e la persistente precarietà dell'equilibrio psico-fisico umano. Le sue ultime installazioni racchiudono una miscela del percorso formativo e professionale, con un'attenzione particolare all'elemento sonoro, inteso come linguaggio universale. Nello specifico esse vedono l'alternarsi di concetti legati alla multi-sensorialità e all’analisi del tempo come fonte di distruzione/creazione. Per AMUSE presenta un’installazione performativa effimera. Il fruitore ha l’impressione di avere a che fare con dei sassi e, costretto a calpestarli, non si aspetta che si rompano sotto il suo peso; frantumandosi in mille pezzi essi sprigionano un odore che lo trasporta altrove: l’imperituro e labile racchiuso nell’apparente coriaceo. La collocazione dei sassi sulla soglia di un passaggio obbligato consente altresì di conservare traccia del passaggio del pubblico, che calpestando l’opera ne causa al tempo stesso la distruzione. La passatoia in feltro rosso sottostante, parte integrante dell'installazione, costituisce il vero e proprio fil-rouge dell'intero percorso espositivo, attraversandolo in tutta la sua lunghezza. L’opera è una riflessione sulla fragilità nascosta dietro una presunta forza: una maschera di precisione e resistenza che svela, ad una più attenta analisi, una caducità ma anche un’anima di poesia. Il legame con il territorio, sviluppato durante il periodo di permanenza, è stato fondamentale per delineare i particolari dell’opera; ogni sasso è infatti una copia fedele di alcuni esemplari prelevati per l’occasione lungo le sponde del fiume Maira (affluente piemontese del Po) e le essenze utilizzate sono quelle di pertinenza della zona.

Ivana Volpe nasce a Campobasso nel 1988, dove vive al momento. La sua formazione presso l'Accademia di belle Arti di Firenze è arricchita da un soggiorno di studio presso l'Académie Royale de Beaux-Arts di Bruxelles. Nel suo percorso professionale vanta anche esperienze come grafica, allestitrice, decoratrice e restauratrice.

Copia di 05 VOLPE 2.jpg
Volpe2.jpg