STEFAN SPITERI

Sforzo inutile / FUTILE EFFORT, 2018 

grafite, nastro adesivo, olio di vetiver e cera d’api e colore a olio su carta

Inizialmente incentrato sul rituale come forma di evasione e d’inganno all’epoca dei social media, durante la residenza il progetto di Stefan Spiteri ha mutato indirizzo, orientandosi su un tentativo di interpretazione del territorio filtrato attraverso la propria esperienza personale di maggiore pertinenza ed efficacia rispetto agli obiettivi della residenza e alla relazione con il contesto ospitante e il progetto AMUSE. 
L’esito del suo percorso di esplorazione del territorio è costituito da un disegno a grafite e tecnica mista su carta di grandi dimensioni, ispirato dall’osservazione di alcuni esemplari di Aralia, pianta esotica ornamentale di origine giapponese di cui l’artista aveva fatto precedentemente esperienza durante un soggiorno in Australia, cresciuti spontaneamente in un’area verde di Savigliano. L’opera offre una rappresentazione del territorio realizzata estrapolando dal contesto un elemento naturale, insieme familiare ed esotico, capace di innescare un processo di riconoscimento e di identificazione dello spettatore e suggerire al tempo stesso una riflessione sulla dimensione di “spaesamento” esperita dall’artista. L’opera è altresì l’esito di una sperimentazione tecnica della cera vergine d’api e dell’olio essenziale di Vetiver come media pittorici condotta in sede di residenza. La loro scelta è avvenuta, in maniera deliberatamente “casuale”, anch’essa nel corso del soggiorno dell’artista a Savigliano, e sono da intendersi, come il soggetto dell’opera, espressioni del suo punto di vista sul contesto, materie “trovate” capaci di restituirne una non convenzionale rappresentazione a carattere multisensoriale (olfattiva, tattile oltre che visiva). L’uso dell’olio di Vetiver in questo lavoro sembra appartenere allo stesso atteggiamento che ha fatto cadere l’attenzione dell’artista sulle foglie di Aralia. Ricavato da una pianta officinale originaria del Sud Est asiatico, tale olio è da secoli tra i principali ingredienti della profumeria e della cosmesi occidentale. Il trattamento di tali materie si è rivelato particolarmente efficace in relazione alla collocazione individuata per l’opera, costituita da un collage di fogli di recupero formato 50x70 giuntati da nastro adesivo di carta.  

Stefan Spiteri nasce a Mosta, nel 1998. Studente al MCast Institute di Malta vive e lavora a Malta.

stefanspiteri1.JPG
Spiteri2.jpg